I luoghi di
Sui passi di Francesco

di

Sui passi di Francesco
190 chilometri a piedi tra Umbria e Toscana sulle orme di San Francesco. Un viaggio per perdersi e poi ritrovarsi. Un’avventura al rallentatore, un’epopea minima eppure macroscopica, un percorso iniziatico tra cappelle sospese, surreali creature di un bestiario immaginario, notti così vibranti da sembrare vive e alberi da frutto che appaiono improvvisi come miraggi nel deserto. Un racconto avvincente che varca la soglia del reportage narrando un’esperienza fisica e spirituale, infestata dai fantasmi di un passato che continua ad affiorare, alla ricerca della creatura più sfuggente ed elusiva che sia mai stata avvistata: se stessi.
1 / 18
  • La Verna dal libro "Sui passi di Francesco" di Diego Fontana

    La Verna

    "Il motore dell’autobus si spegne e i nostri piedi toccano il suolo di La Verna: da qui in poi saranno i nostri unici mezzi di trasporto. Da qui in poi inizia il vero cammino. Accolti da un tempo umido che promette pioggia e ammanta il sentiero di vapori densi e magici, in cui non mi stupirei di avvistare un mitologico Cervero o persino un’irraggiungibile Chipera, varchiamo la soglia del luogo dove, secondo la tradizione, san Francesco ricevette le stimmate." SUI PASSI DI FRANCESCO - Diego Fontana

  • Pieve Santo Stefano dal libro "Sui passi di Francesco" di Diego Fontana

    Pieve Santo Stefano

    "Ci lasciamo attrarre nel modesto loggiato della piazza dalla voce di una lettrice, accompagnata dalle note di un violino. Sta rievocando vicende legate alla guerra, brani differenti tratti, a quanto sembra, da pagine di diari. Le sue parole, fuse ai suoni della melodia, si espandono tra le colonne, le volte e i silenzi concentrati della platea, costruendo un’atmosfera densa di frammenti di percezione. Ripenso alle scarne allusioni alla sbrigativa ricostruzione postbellica che il proprietario della salumeria ci aveva fornito solo qualche ora fa, quasi si sentisse in dovere di prepararci all’impatto con l’abitato e di chiederci, al contempo, di non giudicare troppo severamente l’apparente mancanza di logica di certe scelte. Sembra che la memoria di questa città, polverizzata dalle esplosioni, spazzata dal vento, lavata via dal Tevere e sostituita da tonnellate di cemento arido e inerte, stia costruendo da sé, ora, davanti ai nostri occhi, il proprio monumento: una cattedrale immaginaria, edificata nell’essenza pura dei ricordi". SUI PASSI DI FRANCESCO - Diego Fontana

  • Pian delle Capanne dal libro "Sui passi di Francesco" di Diego Fontana

    Pian delle Capanne

    "All’una e quaranta, arrancando, raggiungiamo Pian delle Capanne: uno splendido rifugio in sasso, abbandonato nel cuore del bosco. Siamo stanchi e sudati e decidiamo di raccogliere l’invito muto di questo luogo accogliente. Ci sediamo su un tavolone in legno e consumiamo il rancio." SUI PASSI DI FRANCESCO - Diego Fontana

  • Eremo di Montecasale dal libro "Sui passi di Francesco" di Diego Fontana

    Eremo di Montecasale

    "Il sole, stremato per averci accompagnato così a lungo durate la tappa precedente, tarda ancora ad arrampicarsi su per la valle, oltre il profilo sfocato dell’orizzonte, concedendo qualche minuto di crepuscolo al mio torpore, che coccolo dentro a una felpa color dell’ombra. Mi ritrovo avvolto da un ventre minuscolo, accogliente e soffice quanto il mio sacco a pelo, fatto di sassi tondi e levigati che offrono alle pareti l’aspetto di una calda trapunta imbottita. Fantastico sul fatto che le pietre di questa chiesupola abbiano conosciuto san Francesco e ripenso a quel cartello con scritto “stimmate” che mi si è palesato in tutta la sua leziosa ottusità a La Verna. Qui, in questa costruzione microscopica, pur senza alcuna indicazione esplicita o forse proprio in mancanza di essa, sento la presenza del frate come una vibrazione intensa" SUI PASSI DI FRANCESCO - Diego Fontana

  • Sansepolcro dal libro "Sui passi di Francesco" di Diego Fontana

    Sansepolcro

    "La strada per Sansepolcro è un serpente sinuoso che abbandona con circospezione la collina per addentrarsi con calcolata lentezza nell’abitato, come per tendere agli abitanti un agguato silenzioso e inesorabile." SUI PASSI DI FRANCESCO - Diego Fontana

  • Citerna dal libro "Sui passi di Francesco" di Diego Fontana

    Citerna

    "Ci abbandoniamo sulle panchine della terrazza panoramica, accatastando gli zaini accanto a noi. È tempo di non pensare e di dissetare gli occhi, offrendo loro grandi sorsate di colli, campi, sentieri, boschi e torri medievali, serviti con una scorza di arancio sole." SUI PASSI DI FRANCESCO - Diego Fontana

  • Monterchi dal libro "Sui passi di Francesco" di Diego Fontana

    Monterchi

    "La ripida discesa verso Monterchi è una maledizione divina per il ginocchio di Izzo, il piede di Dan e gli arti provati di tutti noi. Ma è un inferno a tempo determinato: raggiungiamo il paese che la farmacia è ancora chiusa. Facciamo colazione in un bar poco distante". SUI PASSI DI FRANCESCO - Diego Fontana

  • Fattoria Montelupo dal libro "Sui passi di Francesco" di Diego Fontana

    Fattoria Montelupo

    "In circa un’ora dovremmo raggiungere una tenuta che si chiama Fattoria Montelupo. Si trova sulla sommità di un colle che già si scorge all’orizzonte. Stando all’autrice della guida i proprietari producono un’ottima mozzarella di bufala. Bene, lì faremo la nostra pausa pranzo, per poi proseguire fino a Città di Castello." SUI PASSI DI FRANCESCO - Diego Fontana

  • Città di Castello dal libro "Sui passi di Francesco" di Diego Fontana

    Città di Castello

    "Città di Castello è deserta, ma di un deserto vivido e denso, come se dentro le mura custodisse un livello di realtà più profondo rispetto al mondo fuori. Ogni sensazione è amplificata, come quando all’improvviso capita che un orecchio ti si stappi, senza una ragione apparente magari, e tu, per qualche istante, non riesci a non chiederti come potesse essere che fino a un momento prima trovassi normale vivere a tutta quella distanza dall’esistenza." SUI PASSI DI FRANCESCO - Diego Fontana

  • Umbertide dal libro "Sui passi di Francesco" di Diego Fontana

    Umbertide

    "Poco dopo, imbottiti di superpoteri, lui e Izzo sono pronti per affrontare l’obiettivo del giorno: raggiungere Città di Castello entro le cinque, in tempo per l’ultimo treno diretto a Umbertide." SUI PASSI DI FRANCESCO - Diego Fontana

  • Gubbio dal libro "Sui passi di Francesco" di Diego Fontana

    Gubbio

    "Trascorriamo il resto della serata infilandoci senza meta nei vicoli di Gubbio, tra ermetici scorci sghembi e indecifrabili prospettive non euclidee. Presto ci ritroviamo nella piazza principale, completamente soli. Come se si fosse scrollata di dosso i turisti prima di coricarsi si lascia sorprendere nuda e perfetta, nel pieno di un sonno ristoratore, che ci regala il privilegio di ammirarla in tutto il suo splendore metafisico. Mi sdraio a terra, facendo aderire bene la schiena al suolo, per assorbire tutta l’energia di questo luogo, e mi avvolgo nel silenzio e nel nero corvo del cielo." SUI PASSI DI FRANCESCO - Diego Fontana

  • Santuario di Sant'Ubaldo dal libro "Sui passi di Francesco" di Diego Fontana

    Santuario di Sant'Ubaldo

    "Entriamo al santuario di sant’Ubaldo, dove sono custoditi i tre monumentali ceri in legno massiccio, che campeggiano – rossi su fondo argento – nel marchio della regione Umbria. Alieni e magnetici come monoliti primordiali, sono i protagonisti della Festa dei Ceri, una ricorrenza centenaria che mescola radici pagane e tradizioni del cristianesimo medievale. Migliaia di persone si riversano a Gubbio ogni anno per assistere alla folle gara delle tre corporazioni rivali di san Giorgio, sant’Antonio e sant’Ubaldo: una staffetta a che parte da piazza Grande e termina quassù, al santuario, portando in spalla i trecento chili di ogni singolo cero." SUI PASSI DI FRANCESCO - Diego Fontana

  • Ponte d'Assi dal libro "Sui passi di Francesco" di Diego Fontana

    Ponte d'Assi

    "Da Ponte D’Assi proseguiamo ancora sull’asfalto per qualche tempo, sino a infilarci in un sentiero ben segnato che si snoda verso le prime colline da affrontare. È una porzione splendida di percorso, con campi e colli spettacolari che si alternano a fresche zone boschive straripanti di more carnose e minuscole mele selvatiche che raccolgo quasi senza fermarmi." SUI PASSI DI FRANCESCO - Diego Fontana

  • Biscina dal libro "Sui passi di Francesco" di Diego Fontana

    Biscina

    "Gli ultimi polverosi metri di sentiero e raggiungiamo la tenuta di Biscina: un’accogliente azienda agricola costruita a pochi metri dal castello medievale che domina la valle del Chiascio. L’ombra amica del giardino, sedie a sdraio con vista sul lago di Valfabbrica e un tavolo in legno dove mangiare pane e salame sono i graditissimi omaggi con cui i tenutari del fu borgo medievale danno il benvenuto a noi forestieri et viandanti. " SUI PASSI DI FRANCESCO - Diego Fontana

  • Valfabbrica dal libro "Sui passi di Francesco" di Diego Fontana

    Valfabbrica

    "E infine il campanile, i tetti, le torri, le pareti delle case iniziano a scoprirsi dall’alto in basso, oltre la collina, oltre gli alberi, delineando la fine dalla nostra fatica. Ripreso l’asfalto, in pochi minuti siamo nel centro storico, accolti da un tornado di bandiere, costumi e tamburi. Siamo nel pieno di una rievocazione medievale". SUI PASSI DI FRANCESCO - Diego Fontana

  • Assisi dal libro "Sui passi di Francesco" di Diego Fontana

    Assisi

    "Una notte perfetta, con la via lattea accesa sulle nostre teste, trasforma Assisi in un’astronave solitaria nell’universo, con linee, spazi e volumi che diventano enigmi astratti, tagliati dalla lama di una falce di luna." SUI PASSI DI FRANCESCO - Diego Fontana

  • Ostello della pace, Assisi dal libro "Sui passi di Francesco" di Diego Fontana

    Ostello della pace, Assisi

    "È una grande costruzione in sasso, con un meraviglioso giardino di ulivi e alberi antichi, generosi di fresco e ombra. Un paio di secoli fa era una fattoria, così dice la nostra guida." SUI PASSI DI FRANCESCO - Diego Fontana

  • Santa Maria degli Angeli, Assisi dal libro "Sui passi di Francesco" di Diego Fontana

    Santa Maria degli Angeli, Assisi

    "Domattina ci aspetta un’ultima passeggiata da quaranta minuti per raggiungere la stazione, a Santa Maria Degli Angeli. Da lì in poi, fino al rientro a casa, indosseremo scarpe di metallo lunghe centinaia di metri, con le ruote al posto delle suole." SUI PASSI DI FRANCESCO - Diego Fontana