Mosca è la città d'origine di Dmitrij Gurov dove il protagonista farà ritorno alla fine del soggiorno a Jalta e qui attenderà a lungo la visita di Anna. «Una lunga esperienza gli aveva insegnato che ogni relazione dà all'inizio una piacevole varietà alla vita, e si presenta come una gradita avventura; che però si trasforma, dopo, tra gente per bene, e specialmente tra i moscoviti, che sono casalinghi e indecisi, in un problema complicato all'estremo, che rende infine la situazione difficile.
Ma, ogni volta che Gùrov incontrava una donna carina, l'esperienza gli si cancellava tutta dalla memoria. Provava una irresistibile sete di vita, tutto gli sembrava facile e divertente.»
2

Libri che parlano di luoghi vicino a Mosca ( 2 )