Ottavio: << A Roma c'è la cupola di San Pietro. Dall'alto della cupola, se si sa dove guardare, si vede un attico circondato da un grande terrazzo, dove siede sotto un ombrellone un giovane sui trentacinque anni, dalla'spetto meditabondo. E' ottavio, il nipote del barone Lamberto, che riflette. Egli ha perso al gioco dei birilli l'utlimo avanzo del patrimonio lasciatogli dalla sua povera mamma. Oggi l'oste gl imanderà il conto delle gazzose, che consuma a centinaia, offrendone generosamente agli amici. Come farà a pagare?>>